TANTO VA UN UOMO ALL’ HARD ……CHE A MOMENTI CI LASCIA IL PISTOLIN!

Dunque, dove eravamo rimasti? Ah si, alle elezioni romane. Beh, come tutti sapete ha vinto Marino al ballottaggio e come prima iniziativa di rilievo pare abbia deciso di chiudere i fori imperiali rendendoli pedonali così da intasare benino il centro di Roma il cui traffico notoriamente scorre che è una meraviglia! Grazie Ignazio, avrò di che scrivere questo autunno!

Ma ricominciamo da qui, da una notizia cretina che ha attirato la mia attenzione, una di quelle che trovi nella colonnina a destra dei quotidiani “seri”: esiste un effetto collaterale dovuto all’overdose mediatica del bestseller  “50 sfumature di grigio”. E non si tratta di un boom di gravidanze (anche se pare  che nel Regno Unito siano aumentate già alla prima edizione), bensì di chiamate ai pompieri. Fa molto trama da film porno detta così, lo so.  E invece no, niente copione di un film per adulti; Semmai sembra quello di una commedia. Infatti,  i pompieri non vengono chiamati da focose signorine che al termine del libro fingono che il loro gattino sia intrappolato sull’albero del giardino per poi gettarsi addosso al primo omaccione in divisa che suoni il campanello, affinché spenga i suoi bollenti spiriti, no!!I poveri pompieri vengono chiamati perché di intrappolati ci sono solo i lettori che per imitare le peripezie sessuali dei due protagonisti, si ammanettano, si frustano, si addobbano il pene con anelli e gingilli vari ed eventuali per poi rimanerne tragicamente vittime. Qui le sfumature hanno poco a che fare col grigio e molto la fantasia umana.

ImmagineMa andiamo con ordine e fatemi citare un pezzetto dell’articolo tratto dal sito corriere.it: “I pompieri sarebbero intervenuti ben 79 volte per liberare persone ammanettate, 9 volte per aiutare uomini che non riuscivano a togliersi degli anelli dal proprio pene e addirittura in un’occasione hanno dovuto soccorrere una persona che aveva infilato il membro virile in un tostapane”. Ora, non che io voglia ergermi a moralizzatrice, ma la domanda sorge spontanea: IL PENE IN UN TOSTAPANE? Voglio dire, passino le manette, è un grande classico; E pure l’anellino, che ormai è il giochino erotico della grande distribuzione; MA IL TOSTAPANE??  Capisco che foneticamente l’assonanza possa indurre all’errore d’uso …..magari il malcapitato ha letto TOSTAPENE ed ha pensato di provarlo! Ma una domandina te la farai prima di mettere il gioiellino di famiglia a cuocere come un saucisson in un arnese che, tra l’altro, non è nemmeno “anatomico”! Cioè, se fosse stato di forma cilindrica ed allungato forse potrei capire che tra l’errore di lettura e la forma anatomicamente congeniale allora si possa cadere nel tranello e scambiarlo per un giochino erotico. Ma un tostapane è rettangolare! Immaginate la fatica per infilarlo dentro! Ma soprattutto, LO AVRA’ POI ACCESO? Sarà stato un tostapane classico o uno di quelli che lasciano le faccine sulle fettine abbrustolite?  Voglio dire, può davvero essere che a questo mondo ci sia un uomo che si aggira con Hello Kitty marchiato a fuoco sul suo amichetto? Cosa avrà mai detto ai pompieri quando ha chiamato? Quali altri elettrodomestici avrà valutato prima di scegliere il tostapane? Ha forse consigliato alla compagnia di utilizzare una centrif….ga?   Insomma, le domande si sprecano e la mia giornata rimarrà ricca di interrogativi irrisolti!

Quindi, tirando le somme, cosa si evince da questo articolo?

  1. che se su ogni elettrodomestico c’è scritto “leggere attentamente le istruzioni prima dell’uso” un motivo ci sarà;
  2. che il libro cuore non era poi così male;
  3. che se il vostro compagno, come i 9 di cui sopra, decide di giocare al “ Signore degli Anelli” ricordategli che a Frodo Baggins a causa dell’anello fu staccato il dito…..magari opta per un altro personaggio 😉 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ATTACCATEVI e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...